Progetto FreeToaster

Da GNU/LUG Perugia.

Benvenuti sulla pagina del progetto "FreeToaster"

Cos'è il FreeToaster

Il FreeToaster è una macchina masterizzatrice di immagini iso con un'intefaccia snella tipo "totem", o "chiosk", informativo. L'utilità di questa macchina è di masterizzare al volo immagini precedentemente scaricate da internet e masterizzarle su supporti vergini. Questo lavoro consente di:

  1. evitare l'intasamento dei server internet
  2. non perdere tempo in download (specie per chi ha una connessione non proprio velocissima)
  3. creare un progetto divertente con hardware riciclato e software creato ad "hoc"

Il codice

Lo script automatizza la generazione di cd/dvd di immagini iso (Distro GNU/Linux) fornendo una interfaccia di selezione a caratteri semigrafici. Per il funzionamento è sufficiente una installazione base di una qualunque ditribuzione GNU/Linux (io ho utilizzato Debian). Sono inoltre necessari i pacchetti wodim e dialog per la gestione della masterizzazione e per la realizzazione dell'interfaccia grafica. Lo script usa dei file di testo per la definizione degli elenchi di iso tra cui scegliere.

Lo script bash utile per la realizzazione di un distributore di iso (cd/dvd) è stato scritto dal nostro socio Marco Rufinelli e rilasciato con licenza GPL v.3, ed è disponibile a questo indirizzo https://github.com/glugpg/freetoaster.




Lista delle Distribuzioni

Di seguito una lista di distribuzioni presenti sul FreeToaster:

Distro Versione 32bit 64bit CD o DVD Link Download
Archlinux 2017.3.01 Si Si CD ISO OK
Bodhi Linux 4.1.0 Si Si CD 64bit

32bit

Bundsen Labs Hydrogen Si Si CD 64bit

32bit

32bit no-PAE

CentOS 7 No Si DVD
CentOS 6.7 Si Si CD e DVD
Chakra 2017.03 “Goedel” No Si DVD 64bit
Damn Small Linux 4.4.10 Si Si CD
Debian 8.7.1 “Jessie” Si Si CD e DVD CD1 64bit

netinst 64bit

DVD1 64bit

DVD1 32bit

netinst 32bit

Elive 2.0 “Topaz”
Fedora 25 Workstation No Si DVD 64bit
Gentoo Minimal Si Si
Kali 2016.2 Si Si DVD DVD 64bit

DVD 32bit

Knoppix 7.4.2 Si Si DVD
Knoppix 7.2.0 Si Si CD
LXLE 16.04.1 Si Si
Mageia 5.1 Si Si DVD 32bit

64bit

Mint 18.1 "Serena" Cinnamon Si Si DVD 32bit

64bit

OpenSuse Leap 42.2 No Si DVD 64bit
Puppy Linux 6.0.5 “tahrpup” Si Si CD 32bit OK
Sabayon 16.02 Gnome No Si DVD
Sabayon 16.02 KDE No Si DVD
Slackware 14.2 Si Si DVD
Tails 2.11 Si No DVD 32bit
Trisquel 7.0 LTS "Belenos" Si Si
Ubuntu 16.04.2 LTS Si Si DVD desktop 64bit

desktop 32bit

server 64bit

Kubuntu 16.04.2 LTS Si Si 64bit

32bit

Xubuntu 16.04.2 LTS Si Si DVD 64bit

32bit

Lubuntu 16.04.2 LTS Si Si 64bit

32bit

Ubuntu Mate 16.04.2 LTS Si Si 64bit

32bit

Ubuntu Gnome 16.04.1 LTS Si Si DVD
WiiLD OS 4.20 Si No DVD

La Storia

Nata dalla mente di Martyn e realizzata con l'aiuto di Gianni Migliorati, un giorno a Ponte San Giovanni mentre discutevano in un break al caffé Alunni, nel lontano 2006, prima di ricominciare lo smanettamento al G.O.L.PE, fu realizzata una prima versione su macchina creata ad hoc con dei listelli di parquet incollati tra loro con la colla termica. Aveva un processore Pentium II 250MHz, 64MB di ram, 40GB di HD, Masterizzatore CD 52X e scheda video 3DFX Voodoo 3000 (la mitica) e schermo catodico da 15 pollici esterno.

Il procedimento era semplice: si invocava uno script da terminale, si sceglieva la distribuzione (4 versioni in tutto) e si masterizzava con un click la distribuzione scelta (Debian, Slackware, Mandriva, la neo Ubuntu 6.06).

Con il passare del tempo furono fatte migliorie. In primis si decise di creare uno script più "user friendly" che richiamasse la lista in una finestra creata dentro un terminale pur non usando l'interfaccia grafica. A questo punto ci pensa Marco R. che riscrive lo script iniziale migliorandolo notevolmente e sfruttando "dialog" come "interfaccia grafica".
Intanto diverse macchine vengono usate, con nuovo hardware più potente è performante. Si arriva ad avere un case metallico, un processore Pentium III 500MHZ, 128MB di SDRAM, un doppio disco (uno da 20GB per il sistema, ed uno montato in un rack/cassetto da 200GB per le distribuzioni) e circa 20 distribuzioni masterizzabili con i rami/famiglia (CD/DVD oppure I386/AMD64) per un totale complessivo di circa un centinaio di immagini!
Purtroppo il G.O.L.PE rallenta la sua attività dovuta ai problemi personali dei suoi membri, e nel 2008 decide, quindi, di donare la macchina al GNU/Linux User Group Perugia con la speranza che il progetto possa continuare a vivere e funzionare ancora.

Caratteristiche

Prima Versione (2006):
Processore: Pentium II 250MHz;
RAM: 64MB;
Disco Rigido: 40GB;
Scheda Grafica: 3DFX Voodoo 3000;
Masterizzatore: 52X;
Case: autocostruito in legno;

Ultima Versione (2008):
Processore: Pentium III 500MHz;
RAM: 128MB SDRAM;
Disco Rigido: 20 GB (sistema), 200GB (ISO); Scheda Grafica: N/A;
Masterizzatore: LG CD/DVD Dual Layer;
Case: Metallico;